Andrea Bressan fagotto - Andrea Bressan

Vai ai contenuti

Menu principale:

Nato nel 1968, inizia la studio del fagotto con Eros Adami al Conservatorio di Vicenza, dove si diploma giovanissimo nel 1986 e dove frequenta la classe di composizione con Fabio Vacchi. Prosegue la sua formazione musicale all’Hochschule fur Musik Mozarteum di Salzburg e all’Universitat fur Musik di Vienna, studiando in ambedue le scuole con Milan Turkovic.
La sua prima importante esperienza orchestrale risale al 1987, come 1° fagotto nella "Gustav Malher Jugendorchester".
Nel 1989, con un’audizione, entra a far parte del gruppo de “I Solisti Veneti”, dapprima come 2°, successivamente come 1° fagotto e come solista, suonando nelle più importanti sale da concerto e teatri d’opera d’Italia, incidendo Cd e registrando per la Tv e la radio in una collaborazione che durerà fino al 2006.

Nel 1999 diventa 1° fagotto della Budapest Festival Orchestra, con cui compie numerose tourneè nelle più importanti sale da concerto del mondo (Europa, USA, America del sud, Cina, Giappone). Dal 2003 collabora permanentemente con l’Orchestra da Camera di Mantova.

Nella sua carriera ha collaborato come 1° fagotto con Malher Chamber Orchestra, Orchestra della Svizzera Italiana, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Orchestra del Teatro “La Fenice” di Venezia, Orchestra dell’Opera di Roma, Orchestra del Teatro comunale di Bologna, Orchestra regionale Toscana, Orchestra Haydn di Bolzano, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, I Virtuosi Italiani, sotto la guida di direttori come Claudio Abbado, Ivan Fischer, Franz Velser Most, Christopher Hogwood, Jeffrey Tate.
Accanto all’attività in orchestra, Bressan è impegnato anche come solista e camerista. Come solista ha eseguito i principali concerti per fagotto e per fagotto e altri strumenti solisti con Budapest Festival Orchestra, I Solisti Veneti, Serenissima Chamber Orchestra, Orchestra Strawinsky, Orchestra da camera del Friuli, suonando in Italia, Germania, Austria, Ungheria, Francia e Sud America. Ha ricevuto la menzione speciale al concorso internaz. Viotti di Vercelli nel 1985, il primo premio al concorso internaz. di Tradate nel 1989, il primo premio al Sandor Vegh competition di Budapest nel 2014. Dal 2003 collabora, sempre come solista, con gli “Interpreti Veneziani”, eseguendo centinaia di concerti in Italia, Francia, Colombia e Australia.                                          
Come camerista, ha vinto il primo premio al Concorso naz. per duo di Corsico nel 1986 e il secondo premio in duo (su 90 gruppi partecipanti) al concorso “Riviera del Conero” nel 1999,  ha partecipato a progetti cameristici con musicisti come Alexander Lonquich, Franco Petracchi, Domenico Nordio, Rocco Filippini, Bart Schneemann, Antonio Ballista e ha tenuto numerosi recitals per fagotto e pianoforte in Italia e all’estero in duo con cecilia Franchini e successivamente con Igor Roma.
Ha tenuto corsi di perfezionamento e master classes in Italia, Austria, Ungheria, Belgio, Brasile, Turchia.

ALTRE ESPERIENZE:

Sempre interessato ad esperienze che possano aprire nuovi orizzonti, Bressan si muove su diverse “frontiere” musicali, studiando e sperimentando generi e situazioni musicali differenti.
Si interessa di musica contemporanea,  suonando per la triennale di Milano, per il Festival di Brescia, per il Festival "Variazioni di pressione" a Verona , per il festival "Finestre sul Novecento" a Treviso e collaborando con l’ Ex-novo ensemble di Venezia. Lavora anche in alcuni progetti di colonne sonore di film muti, su pellicole di Buster Keaton, Charlie Chaplin, Harold Lloyd, Laurel and Hardy, e titoli storici come “Il fantasma dell’opera"(Rupert Julian, 1925)e “la Locandiera” di Goldoni (Telemaco Ruggeri, 1929). Ha collaborato con Teatro stabile di Bolzano e nel 2006 al progetto "Odisseo" per la stagione di teatro classico al Teatro Olimpico di Vicenza.
Nel 2000 nasce l’idea del duo con il vibrafonista Saverio Tasca, che sarà il punto di partenza per molte esplorazioni in altri generi musicali come il jazz, l’improvvisazione free, la musica etnica. Fanno parte di questo percorso la frequenza ai corsi estivi di Veneto jazz (con Cecil Bridgewater e Andy Mcgee), la collaborazione con i gruppi “Oneness” (musica jazz e etnica) e “Juracamora”(quartetto jazz con Tasca, Gemo ,Canevali), le collaborazioni con musicisti come Paolo Fresu, Mario Arcari, Markus Stokhausen, Gianluigi Trovesi, Patrizia Laquidara.
Nel 2003 Bressan aggiunge un altro tassello alle sue esperienze musicali, cominciando a studiare fagotto barocco e classico con Alberto Grazzi al Conservatorio di Verona. Diplomatosi nel 2006, comincia subito ad essere invitato da ensemble come Venice Baroque Orchestra, Concerto Italiano, Accademia Bizantina, Arte dell’Arco, partecipando a numerose tourneè europee e incidendo per etichette come Deutsche Grammophone, CPO, Amadeus, Brilliant, Naive.
L’ultimo suo interesse va verso la direzione d’orchestra, frequentando corsi e master classes con Romolo Gessi, Donato Renzetti, Lior Shambadal, e dirigendo concerti in Italia e Sud America.

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu